in

Fantacalcio Euroleghe, Guida all’Asta 2021-2022

Fantacalcio Euroleghe, Guida all’Asta 2021-2022: i consigli sui migliori calciatori di Premier League, Bundesliga, Liga e Ligue 1

Lewandowski (Bayern), Messi (Psg), Ronaldo (Manchester United), Jorginho (Chelsea)
Lewandowski (Bayern), Messi (Psg), Ronaldo (Manchester United), Jorginho (Chelsea)

Non solo Serie A: dall’anno scorso, il fantacalcio sbarca anche nei principali campionati europei, con le Euroleghe che vi consentiranno di acquistare e schierare i principali campioni presenti nel panorama calcistico. In questo modo, vi verrà consentito di confrontarvi con ben undici squadre di Premier League e con sei squadre per ciascuno degli altri top cinque campionati: dunque, Ligue 1, Bundesliga, Liga e Serie A. Di seguito, vi suggeriamo qualche nome da acquistare per la vostra fantasquadra.

Premier League

PORTIERE: Cominciando dal campionato inglese e, in particolare, dal portiere, non possono non impressionare i soli 4 gol subiti da Edouard Mendy, portiere rivelazione nella passata stagione del Chelsea, che quest’anno si sta confermando a livelli straordinari. Il franco-senegalese si giova senz’altro dell’ormai più che collaudata fase difensiva di Thomas Tuchel, vantando una media fantavoto che potrebbe far invidia ad alcuni giocatori di ruolo (6.06).

Mendy (Chelsea)
Mendy (Chelsea)

DIFENSORI: Passando ai difensori, un nome buono potrebbe essere quello di Sergio Reguillon, terzino sinistro del Tottenham che ha già fatto registrare un gol e due assist in campionato: un bottino già di per sé consistente, ma che potrebbe ulteriormente aumentare con l’arrivo in panchina di Antonio Conte, da sempre attento al gioco sulle fasce. Sempre per il ruolo di terzino (stavolta destro) intriga Ricardo Pereira del Leicester: il portoghese, ancora a digiuno di gol in questa stagione, ha finora scontato i tanti infortuni patiti, che ne hanno limitato il minutaggio in questa prima parte di campionato, ma la sua spinta sulle fasce potrebbe rappresentare una buona arma per Brendan Rodgers. Ultimo nome che vi proponiamo è quello di Joao Cancelo, terzino del Manchester City attualmente fermo a due assist stagionali: si tratta di un vero e proprio top di reparto, cui Guardiola difficilmente rinuncia e che, con la sua tecnica, può senz’altro regalarvi delle gioie in ottica fantacalcio.

CENTROCAMPISTI: Quanto al capitolo centrocampisti, vi proponiamo anzitutto Raphinha, esterno offensivo brasiliano attualmente in forza al Leeds United: per lui già 4 gol e una media fantavoto dell’8.21, che ne hanno fatto lievitare la quotazione (passata dagli iniziali 15 agli attuali 20): il suo potrebbe essere, tuttavia, un nome leggermente sottovalutato, ragion per cui (fermo il divieto di spese folli) puntare su di lui potrebbe non essere un’idea malvagia. Altro profilo interessante è quello di Smith-Rowe, divenuto un vero e proprio punto fermo nell’Arsenal di Mikel Arteta: discorso simile a quello già visto a proposito di Raphina, nel senso che si tratta di un giocatore non di primissimo piano, ma che ha senz’altro diversi bonus nelle gambe (già 4 gol e 2 assist).

Mount e Havertz (Chelsea)
Mount e Havertz (Chelsea)

La scommessa potrebbe invece essere Donny van de Beek: l’olandese non ha praticamente mai trovato spazio nell’undici di Solskjaer, ma con l’esonero del norvegese potrebbe essere uno dei grandi rilanciati nel corso della nuova gestione (la sua titolarità nell’importante match di Champions League contro il Villareal ne è la prova tangibile). Concludiamo con il nome di Maison Mount del Chelsea, protagonista del grande avvio di stagione dei Blues: già l’anno scorso, l’inglese ha più volte dato prova di una discreta familiarità con il gol, tendenza confermata anche in questa prima parte di campionato (per lui 3 gol e 1 assist).

ATTACCANTI: Passando al piatto forte, gli attaccanti, non mancano certo le alternative in un campionato ricco di campioni come la Premier League. Noi preferiamo però concentrarci su quei giocatori che non rientrano nella categoria dei “top assoluti”. Ecco, dunque, che una prima soluzione low cost potrebbe essere Ollie Watkins dell’Aston Villa: nelle 37 partite disputate nella scorsa stagione di Premier, il centravanti ha realizzato 14 gol e 5 assist, bottino importante anche considerato il piazzamento in classifica dei Villans; quest’anno, Watkins è fermo a soli 3 gol, ma l’Aston Villa conta molto sulle reti del proprio bomber, che potrebbe rappresentare un più che valido giocatore da ultimi slot.

Aubameyang (Arsenal)
Aubameyang (Arsenal)

Più scontato, ma comunque non da considerarsi come un giocatore di primissima fascia, Pierre-Emerick Aubameyang dell’Arsenal, che fino ad ora non è riuscito a regalare troppe gioie ai propri fantallenatori, complici soprattutto i due errori dal dischetto: allo stesso tempo, l’attaccante ha totalizzato 4 marcature in questo campionato, e rimane il principale faro di una squadra in netta ripresa. Concludiamo con il nome di Jarrod Bowen, esterno offensivo del West Ham già protagonista con 2 gol e 4 assist del sorprendente avvio di stagione degli Hammers: a differenza dei primi due nomi, Bowen gioca senz’altro più distante dalla porta, ma il suo potrebbe comunque risultare un profilo interessante in ottica fantacalcio.

Bundesliga

PORTIERE: Quanto al campionato tedesco, iniziando ovviamente dal portiere, non può non stuzzicare il nome Yann Sommer, estremo difensore del Borussia Mönchengladbach, grande protagonista con la sua Svizzera ad Euro 2020. In verità, non un inizio di stagione da urlo per lui, che nelle prime 12 partite ha concesso 14 gol: ciò nonostante, le prestazioni sono sempre state all’altezza (media voto del 6.17) ed inoltre si tratta di un vero e proprio specialista dei calci di rigore (chiedere a Mbappé, ma non solo), dunque, un portiere che potrebbe regalarvi anche qualche +3 nel corso della stagione.

Sommer (Monchengladbach)
Sommer (Monchengladbach)

DIFENSORI: Quanto ai difensori, una menzione la merita Angelino del Lipsia: nella passata stagione, nonostante l’infortunio gli abbia fatto saltare diverse partite di campionato, il terzino spagnolo ha fatto registrare 4 gol e altrettanti assist; ancora a secco, invece, in questa Bundesliga, ma la posizione avanzata (Marsch lo schiera spesso nei tre dietro la punta) lo rende assai appetibile in chiave fantacalcio. Da un Borussia all’altro, il secondo nome è quello di Raphael Guerreiro del Borussia Dortmund: per lui una media fantavoto da attaccante (8.7) con tre gol (di cui uno su calcio di rigore) e un assist nelle prime sette partite disputate. Concludiamo il reparto difensori con Alphonso Davies del Bayern Monaco, reduce da un’annata non proprio entusiasmante, dopo essere risultato uno dei principali protagonisti nel triplete ottenuto nel 2020: per il canadese 3 assist e nessun gol in undici match, ma, considerate soprattutto le frequenti goleade dei bavaresi in Bundesliga, questo numero potrebbe essere destinato ad aumentare.

CENTROCAMPISTI: Passando ai centrocampisti, vi proponiamo anzitutto il nome Cristopher Nkunku, talento francese del Lipsia, già decisivo con 5 gol e 3 assist: il rischio, va detto, potrebbe essere quello di un prezzo d’asta elevatissimo, ma i numeri del giocatore, la sua importanza nei meccanismi di squadra potrebbero e, soprattutto, la posizione in campo (a volte addirittura centravanti), giustificherebbero anche una spesa importante. Sempre dal Lipsia proviene il secondo dei nomi che vi consigliamo: Dominik Szoboszlai, esterno ungherese fermato la passata stagione da un infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per ben 191 giorni. Ora, però, l’ex Salisburgo sembra pronto a mettersi alle spalle il momento complicato: fino ad ora, per lui un solo gol e tre assist, ma occhio al fattore calci piazzati, con l’ungherese che, oltre a prendersi angoli e punizioni, dovrebbe essere fra i candidati a presentarsi dagli undici metri (fu lui a calciare col PSG dopo l’errore di Andre Silva).

Florian Wirtz (Bayer Leverkusen)
Florian Wirtz (Bayer Leverkusen)

Terzo consigliato è Florian Wirtz del Bayer Leverkusen: nonostante i 18 anni di età, il ragazzo si è ormai affermato come punto fermo delle aspirine, come confermato dai 3 gol e 4 assist messi a segno in questo avvio di campionato. Chiudiamo, infine, con Jonas Hoffman, già a segno in cinque occasioni in questo avvio di stagione del Borussia Mönchengladbach: dal suo destro passa buona parte del gioco di Hutter; inoltre, a lui spettano solitamente i tiri dalla bandierina, fattore importante in ottica assist. 

ATTACCANTI: Se siete alla ricerca di un bomber, allora mettete da parte un bel gruzzoletto, perché avere in squadra uno come Robert Lewandowski vi costerà sicuramente una bella fetta dei vostri fantacrediti: il suo sarà certamente un nome scontato, ma può davvero essere un’arma devastante per vincere il vostro fantacalcio. Il polacco sembra infatti aver mantenuto quella media gol da Playstation che l’anno scorso gli è valso il record di gol realizzati in una sola stagione di Bundesliga: per il fenomeno del Bayern Monaco sono 14 le reti messe a segno in appena 12 partite (cui si aggiungono i 9 gol in 5 partite di Champions League). Insomma, se siete a caccia del centravanti da – almeno – 30 gol garantiti, non c’è altro nome su cui puntare se non quello di Robert LewanGOALski: spesa importantissima, ma rendimento garantito.

Robert Lewandowski, attaccante del Bayern Monaco
Robert Lewandowski, attaccante del Bayern Monaco

Altro consigliato è Patrick Schick, vecchia conoscenza del nostro campionato con le maglie di Roma e Sampdoria: dopo il buon europeo disputato con la Repubblica ceca, l’attaccante sembra aver finalmente trovato con il Bayer Leverkusen quella continuità (per lui, già otto gol nelle prime dodici partite di campionato) la cui mancanza è stata una dei principali difetti di un giocatore il cui talento non è mai stato messo in discussione. Per le ultime fasce potreste infine puntare su Wout Weghorst del Wolfsburg: fermo a 3 gol e 1 assist, l’attaccante olandese rappresenta, con il suo metro e 97, il prototipo del centravanti vecchio stampo, in grado di far valere la propria fisicità all’interno dell’area di rigore e, spesso e volentieri, infilare il pallone dietro la porta avversaria .

Liga

PORTIERE: Passiamo dunque a un campionato spagnolo che, rispetto all’anno scorso, risulta fortemente indebolito dalle partenze di Messi e Sergio Ramos. Cominciando dai portieri, e dando per scontato il valore di uno come Oblak, ci concentriamo su Bono, al secolo Yassine Bounou, del Siviglia: già l’anno scorso, la squadra di Lopetegui ha fatto della solidità difensiva uno dei propri punti di forza, con 33 gol concessi in 38 giornate; in proiezione, quest’anno il Siviglia farebbe addirittura meglio, avendo concesso appena 9 reti in 13 match disputati.

DIFENSORI: Per il ruolo di difensore, piace José Gimenez dell’Atletico Madrid: nonostante un avvio di stagione complicato – per lui come per i colchoneros – il centrale uruguaiano è senz’altro un leader della difesa del Cholo Simeone, allenatore che sulla fase difensiva orienta buona parte del proprio gioco: non si tratta, va detto, di un centrale da bonus, ma puntando su un miglioramento delle sue prestazioni e sfruttando un prezzo d’asta che dovrebbe rivelarsi basso, potrebbe essere un buon affare.

Gimenez (Atletico Madrid)
Gimenez (Atletico Madrid)

Restando a Madrid, ma passando al lato blanco, un nome buono potrebbe essere Ferland Mendy, tornato a prendersi la fascia sinistra delle merengues dopo il lunghissimo infortunio patito a maggio: in gol anche all’ultima uscita contro il Granada, il francese potrebbe essere un nome leggermente sottovalutato alla vostra asta. La scommessa potrebbe invece essere Araujo del Barcellona, terzino uruguaiano classe 1999: dopo un avvio complicato con la precedente gestione Ronald Koeman, il ragazzo potrebbe essere uno dei volti del nuovo Barca di Xavi.

CENTROCAMPISTI: Dopo un reparto difensori, per la verità, piuttosto risicato, la Liga offre invece qualche nome interessante relativamente ai centrocampisti. Intriga anzitutto Yeremi Pino del Villareal, esterno offensivo spagnolo entrato anche nel giro della nazionale di Luis Enrique: dopo un ottimo inizio di stagione, l’attaccante sembra aver un po’ perso continuità e minuti nelle ultime uscite del Sottomarino Giallo, ma Emery punta molto su di lui ed ha ancora diverso tempo per tornare ad essere decisivo.

Kroos e Modric (Real Madrid)
Kroos e Modric (Real Madrid)

Proseguiamo poi con Papu Gomez: chi non si ricorda le straordinarie annate trascorse nel nostro campionato – soprattutto, ma non solo – con la maglia dell’Atalanta? L’infortunio accusato con l’Argentina lo ha costretto a saltare diverse partite, ma ora, tornato pienamente a disposizione di Lopetegui, è pronto a incantare con il suo mancino il Sànchez Pizjuàn.

Consigliato poi Ferreira Carrasco dell’Atletico Madrid: il belga, tornato nel 2019 a vestire la maglia dei colchoneros dopo l’esperienza in Cina, è stato fra i primi artefici del trionfo in Liga durante la passata stagione; buona partenza anche quest’anno con 2 gol messi a segno, cui si aggiungono 3 assist e una media fantavoto del 7.63. Nonostante l’immensa caratura di un campione che ha vinto tutto, non dovrebbe essere troppo elevato il prezzo d’acquisto di Tony Kroos: in tal caso, il suo nome potrebbe essere una buona chiamata. Il Real Madrid si affida molto ai piedi del tedesco per costruire gioco, ed inoltre è lui il principale candidato alla battuta dei calci piazzati.

Depay (Barcellona)
Depay (Barcellona)

ATTACCANTI: Cominciamo il discorso attaccanti con il nome di Memphis Depay, una delle poche note positive di questo Barcellona: l’olandese ha già fatto registrare 7 gol in questa prima parte di campionato e rimane senz’altro l’uomo più pericoloso per i blaugrana; il suo ruolo nel progetto – e nell’attacco – di Xavi potrebbe divenire ancora più centrale in seguito al problema riportato dal Kun Aguero, che potrebbe addirittura portare l’argentino al ritiro. Proseguiamo con Alexander Isak, attaccante svedese della Real Sociedad: per lui, già l’anno scorso, 17 gol in 34 match disputati nel campionato spagnolo; quest’anno, l’ex Dortmund è fermo a 3 gol, ma questo sembra un numero destinato ad aumentare, vista la fiducia che Alguacil, l’allenatore dei baschi, nutre nei confronti del proprio attaccante. Ultimo nome nella lista è quello di Antoine Griezmann, tornato alla corte di Simeone dopo l’esperienza in chiaro scuro al Barcellona: non un inizio di stagione semplice per Le Petit Diable, con appena due gol messi a segno in dieci partite di campionato con i colchoneros; ciò nondimeno, il francese difficilmente può aver perso quella familiarità col gol che, nelle cinque stagioni all’Atletico, lo ha portato a segnare la bellezza di 94 reti in Liga.

Ligue 1

PORTIERE: Per una Liga fortemente impoverita, troviamo invece una Ligue 1 ringalluzzita dalla faraonica campagna acquisti portata avanti dal Paris Saint-Germain. Per il ruolo di portiere, tuttavia, ferma restando la convenienza di investire sulla coppia Navas-Donnarumma, noi preferiamo concentrarci su Pau Lopez, giunto al Marsiglia in estate dopo l’anno, non proprio indimenticabile, trascorso a Roma. Eppure, lo spagnolo sembra aver ritrovato fiducia con la maglia dell’OM, avendo concesso appena 12 gol e potendo vantare una media voto del 6.29 (media fantavoto che è invece del 5.43, comunque non male per un portiere).

Donnarumma (Psg)
Donnarumma (Psg)

DIFENSORI: Per la difesa, esordiamo con un altro giocatore del Marsiglia, nonché un’altra vecchia conoscenza del nostro campionato: Pol Lirola, protagonista in Serie A con la maglia della Fiorentina. Tornato in Francia nel corso dell’estate, l’esterno si è già preso la fascia dei marsigliesi e, nonostante un solo assist e nessun gol, potrebbe essere una discreta soluzione low cost per la vostra difesa. Secondo nome è quello di Sergio Ramos, fortemente penalizzato dagli infortuni in questa prima parte di stagione, che gli hanno impedito di fare il suo esordio con la maglia del PSG: circostanza, questa, che potrebbe – e anzi dovrebbe – ridimensionare fortemente la sua valutazione all’asta.

Vista la superiorità dei parigini nel campionato francese e considerata anche la familiarità dell’ex Real Madrid con il gol, puntare su di lui potrebbe risultare conveniente. Ultimo nome è Emerson Palmieri, ex Roma e Chelsea accasatosi in quel di Lione nel corso dell’estate: anche nel suo caso, l’avventura con i francesi non è incominciata nel migliore dei modi, con un solo assist, peraltro compensato da un’espulsione, ed alcune prestazioni non del tutto convincenti. Ad ogni modo, la sua spinta sulla fascia potrebbe creare pericoli alle difese della Ligue 1: valida soluzione per gli ultimi slot.

Sergio Ramos (Psg)
Sergio Ramos (Psg)

CENTROCAMPISTI: Per il ruolo di centrocampo, piace Houssem Aouar del Lione: già da qualche anno, il francese è fra gli uomini copertina della squadra di Bosz, con le buone prestazioni che gli sono valse anche l’interessamento da parte di alcuni top club. Da quest’anno, il giocatore non è più il primo candidato a presentarsi sul dischetto (i rigori spettano a Dembelè) ma le sue geometrie in mezzo al campo e il fattore calci piazzati possono rappresentare una buona arma a vostra disposizione. Dopo Paul Lopez e Emerson Palmieri, un altro ex Roma potrebbe trovare spazio e minuti nel campionato francese: Justin Kluivert, sbarcato a Nizza dopo l’esperienza in prestito al Lipsia. L’olandese ha da poco recuperato dall’infortunio che lo ha costretto a saltare le ultime sette partite di Ligue 1, ma ora sembra pronto a ritagliarsi uno spazio in una formazione che, anche senza di lui, sta facendo benissimo: attualmente, i nizzardi si trovano al secondo posto, dietro solo al PSG dei fenomeni.

Terzo consigliato per il ruolo di centrocampo è Georgino Wijnaldum, uno dei tanti colpi di mercato messi a segno dal PSG nel corso dell’estate: anche nel suo caso, non un felice avvio di stagione, con ancora nessun gol in campionato (due reti, invece, in Champions League), ma si tratta di un giocatore che, ai tempi di Liverpool, in più occasioni ha saputo far male alle difese avversarie con i suoi inserimenti e il suo tiro da fuori. Concludiamo con Renato Sanches del Lille, oggetto del desiderio del Milan, ma al momento punto fermo della squadra che, l’anno scorso, portava a casa un titolo dai più insperato: pur non avendo la familiarità col gol dei tre nomi precedenti, il portoghese potrebbe essere una discreta garanzia in ottica voto, seppur fino ad ora paga il deludente avvio di stagione dei suoi.

Renato Sanches (Lille)
Renato Sanches (Lille)

ATTACCANTI: Primo nome del capitolo attaccanti è quello di Moussa Dembelé del Lione: dopo la deludente esperienza all’Atletico Madrid (5 presenze e nessun gol) l’attaccante è tornato a vestire la maglia del Lione, e cercherà di ritrovare quella fiducia che lo aveva portato a realizzare 31 gol fra il 2018 e il 2020. Anche lui è stato fortemente rallentato dall’infortunio accusato il 22 settembre contro il Troyes, ma ora sembra pronto a riprendersi il centro dell’attacco dell’OL. Caldeggiamo poi Ben Yedder del Monaco, uomo copertina dei monegaschi nella passata stagione con 20 gol messi a segno in campionato: anche quest’anno, l’attaccante ex Siviglia vanta una media di un gol ogni due partite (7 gol e 14 match disputati).

Chiudiamo con un nome che non è, e mai sarà, un nome qualsiasi: Lionel Messi, arrivato in estate dopo una vita trascorsa in azulgrana. Pare quasi incredibile che il giocatore che ha dominato in Spagna per più di un decennio abbia trovato il primo gol in Ligue 1 solo alla scorsa giornata: eppure, tale circostanza potrebbe essere una buona arma a vostro favore, consentendovi di acquistare La Pulga ad un prezzo decisamente inferiore a quelle che sono le sue potenzialità. Se riusciste ad ottenerlo senza pagarlo la cifra di un top assoluto, allora puntate sul trenta.

Di Enrico Dessì

READ  Euroleghe Fantacalcio Mantra: i migliori centrocampisti da prendere all’asta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

      Ronaldo (Manchester United) Messi (Psg)

      Fantacalcio Euroleghe Classic: i migliori attaccanti da prendere all’asta

      Guida alla Serie A 2021-2022 @Footballnews 24

      MagicRisultati: top, flop e statistiche della 14a giornata