Lega Serie A

Lega Serie A – News Lega Serie A – News

  • IL MONDO DEL CALCIO PIANGE LA SCOMPARSA DI DIEGO ARMANDO MARADONA
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 18:17

    È scomparso oggi, all’età di 60 anni, Diego Armando Maradona, considerato da molti il più grande calciatore di tutti i tempi e protagonista assoluto nella storia del Napoli.  “E’ una giornata tristissima per il mondo del calcio, oggi ci ha lasciati un mito e una leggenda del nostro sport, che ha fatto sognare ed emozionare i tifosi di tutto il pianeta. Nel prossimo turno di campionato lo ricorderemo con un’iniziativa speciale” – ha detto il Presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino. In Italia Maradona ha indossato la maglia del Napoli dal 1984 al 1991, diventando capitano e leader dei partenopei, che ha guidato alla vittoria di due Scudetti (1986/87 e 1989/90), oltre che di una Coppa Italia (1986/87), una Supercoppa Italiana (1990) e una Coppa UEFA (1988/89). In Serie A ha disputato 188 partite segnando 81 gol. Con la Nazionale argentina Diego Armando Maradona ha vinto la Coppa del Mondo in Messico nel 1986 da assoluto protagonista, coronando così il sogno che aveva espresso davanti alle telecamere da bambino. In carriera ha vestito anche le maglie dell’Argentinos Juniors, del Boca Juniors e del Newell’s Old Boys in Argentina e di Barcellona e Siviglia in Spagna. Terminata la carriera da calciatore ha intrapreso quella da allenatore ed è stato commissario tecnico della Nazionale argentina al Mondiale di Sudafrica 2010. Il Presidente Paolo Dal Pino, l’Amministratore Delegato Luigi De Siervo e l’intera Lega Serie A si stringono intorno alla famiglia di Maradona ed esprimono le più sentite condoglianze per la scomparsa di Diego Armando.

  • RANIERI: “PRONTI A DARE IL MASSIMO”
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 16:11

    Venticinque giorni dopo, sarà ancora derby della Lanterna. Dopo quella pareggiata in campionato, Claudio Ranieri e la Sampdoria si apprestano ad affrontare la stracittadina, valida questa volta per il quarto turno di Coppa Italia. «Nella mia carriera non mi era mai capitato di giocare un derby ad eliminazione diretta, è la prima volta – rivela Claudio Ranieri alla vigilia – Il derby è comunque derby e come tale va giocato: è una gara extra, per di più in questo caso da dentro o fuori». «Arriviamo a questa partita con determinazione e rabbia perché sappiamo di aver fatto cose buone ma anche di aver commesso degli errori – conclude Ranieri -. Affronteremo una buona squadra, aggressiva, che sa giocare e muoversi bene e come noi lotterà fino alla fine. Noi dobbiamo scendere in campo concentrati, pronti a dare il massimo». (Foto Getty Images) www.sampdoria.it

  • GATTUSO: “ORGOGLIOSO DI ALLENARE QUESTA SQUADRA”
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 15:31

    “Sono orgoglioso di allenare il Napoli perché ho un gruppo unito, solido e forte”. Gennaro Gattuso parla nella conferenza di vigilia del match contro il Rijeka. “I ragazzi devono pensare solo a lavorare, siamo dei privilegiati e fortunati perché facciamo un lavoro bellissimo. Chi va alla ricerca di alibi non va d’accordo con la mia mentalità. Io ho grandissima motivazione e tanta voglia. E vedo le stesse mie motivazioni in questa squadra”. “Ho un gruppo che mi segue e che ha tanto potenziale. Io sono contento di quello che mi sta dando la squadra in termini di impegno. Mi piace la strada tecnica che abbiamo intrapreso e so che dobbiamo crescere. Ma sono soddisfatto di quello che i ragazzi stanno esprimendo. Poi se qualcuno pensa che dobbiamo vincere tutte le partite, allora non posso farci nulla” “Ho letto e sentito cose non vere. Non c’è stata nessuna lite con la squadra. Io ho un colloquio aperto con tutti. Vedo sempre grande attaccamento e senso di appartenenza da parte dei giocatori. Quello che ho espresso è semplicemente la ricerca di qualcosa in più in termini di determinazione, perché non è possibile giocare bene per tutti i 90 minuti, c’è bisogno anche di mettere l’elmetto in certi frangenti della gara”. “Ho detto e ripeto che la responsabilità è la mia. I ragazzi sanno che io sono con loro e sanno cosa io chiedo al gruppo. Bisogna avere il veleno e la cattiveria agonistica che serve per crescere come mentalità. Non basta solo essere tecnicamente bravi, si deve anche saper annusare il pericolo nei momenti chiave delle gare” “In questo momento facciamo un gran volume di gioco, ma non siamo brillanti e precisi nell’ultimo passaggio. Anche contro il Milan abbiamo rivisto alcune situazioni di gioco in cui ci siamo trovati 4 contro 2 ed abbiamo sbagliato la finalizzazione. Non si tratta, quindi, di qualità di gioco ma solo di imprecisione che purtroppo in questo periodo si sta ripetendo” “Sinora abbiamo sbagliato alcuni primi tempi. Domenica nella prima fase contro il Milan eravamo non pervenuti. Poi dopo, attraverso la qualità siamo rientrati in partita. Io ribadisco che tecnicamente la mia squadra è tanta roba, però poi bisogna anche crescere come carattere e capacità di lottare sempre”. “Ripeto che sono orgoglioso di allenare questa squadra. Ho un gruppo forte, dobbiamo crescere ed essere più bravi nella lettura delle partite” (Foto Getty Images) www.sscnapoli.it

  • FONSECA: “IL CLUJ IN CASA È UNA SQUADRA FORTE, SARÀ DIFFICILE”
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 15:13

    Paulo Fonseca ha parlato a Roma TV prima della partenza per la Romania, alla vigilia della partita con il Cluj di Europa League. Il tecnico giallorosso si è soffermato soprattutto sulle condizioni attuali della sua squadra: “In questo momento – le sue parole – non abbiamo Smalling, Mancini, Ibanez, Fazio e Kumbulla. Ma queste assenze non cambiano le nostre ambizioni per la partita. Vogliamo vincere, senza scuse”. Obiettivo tre punti, anche in chiave qualificazione: “Dobbiamo andare a Cluj e fare di tutto per vincere – continua – senza pensare alla partita di andata. Il Cluj è sicuramente una formazione più forte rispetto a quella che ha dimostrato a Roma. È una squadra forte, che in casa non perde, aggressiva. Dobbiamo pensare che sarà un match difficile, rispettando il nostro avversario”. (Foto Getty Images) www.asroma.com

  • BONERA: “SARÀ IMPORTANTE LO SPIRITO”
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 14:45

    Di nuovo Europa League, di nuovo il Lille. Dopo la sconfitta dell’andata, contro i francesi in trasferta i rossoneri cercheranno sicuramente un successo per chiudere il discorso qualificazione quanto prima. In panchina, così come a Napoli, ci sarà Daniele Bonera che, a Milanello, ha presentato questa quarta giornata del Gruppo H in conferenza stampa: LILLE-MILAN “Vincere fa bene al morale di tutti. Affrontiamo una squadra molto forte che all’andata ci ha messo in difficoltà, non a caso secondi in campionato e primi nel girone di Europa League. Loro hanno giocatori di qualità in attacco. All’andata abbiamo commesso degli errori tecnici e tattici che cercheremo di non commettere domani. Sarà importante lo spirito. Se firmo per un pareggio? In campo vogliamo sempre imporci, è una filosofia che fa parte della storia di questo Club e dobbiamo portarla avanti”. SQUADRA “Siamo abituati a giocare ogni tre giorni dallo scorso maggio, abbiamo qualche infortunio ma abbiamo una rosa di livello che ci permette di essere sempre competitivi. Siamo consapevoli della nostra mentalità, sappiamo quello che ci ha portato in alto e cosa serve per restarci. Siamo un grande gruppo”. IBRAHIMOVIĆ “Ibrahimović era già carico dopo la risonanza per tornare il prima possibile, ma non è una novità perché è un grande uomo e un grande atleta”. (Foto Getty Images) www.acmilan.com

  • LE DESIGNAZIONI ARBITRALI DELLE ITALIANE IMPEGNATE IN EUROPA LEAGUE
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 14:43

    Sono stati designati i direttori di gara per le partite delle tre squadre italiane impegnate giovedì in Europa League: Per la partita LOSC-Milan, in programma alle 18.55 allo Stade Pierre Mauroy, è stato designato l’arbitro inglese Craig Pawson. I suoi assistenti saranno Ian Hussin e Harry Lennard. Quarto arbitro Darren England. Cluj-Roma, che si giocherà allo Stadio Dr. Constantin Rădulescu alle 21.00, sarà diretta dall’austriaco Harald Lechner, coadiuvato dagli assistenti Andreas Heidenreich e Maximilian Kolbitsch. Il quarto arbitro sarà Julian Weinberger. Alle 21.00 allo Stadio San Paolo di Napoli si giocherà Napoli-Rijeka. La sfida sarà arbitrata dal turco Halis Özkahya. I suoi assistenti saranno Kemal Yilmaz e Çem Satman. Quarto arbitro Alper Ulusoy.

  • CURIOSITÀ STATISTICHE – 9ª GIORNATA SERIE A TIM
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 13:38

    Sono disponibili, nella sezione “Documenti” del nostro sito, le curiosità statistiche sulle gare della 9ª Giornata di Andata della Serie A TIM 2020/2021. Clicca QUI per leggere tutti gli approfondimenti elaborati da Netco Sports, fornitore ufficiale delle statistiche della Lega Serie A. (Foto Getty Images)

  • GENOA: REPORT MEDICO, LUSSAZIONE PER BIRASCHI
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 11:42

    Il Genoa Cfc comunica che Davide Biraschi ha riportato una lussazione scapolo omerale destra ridotta. Il giocatore verrà sottoposto a visita specialistica giovedì. (Foto Getty Images) www.genoacfc.it

  • TORINO: SINGO, RINNOVO FINO AL 2023
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 09:59

    Il Torino Football Club è lieto di annunciare di aver rinnovato il contratto per le prestazioni sportive del calciatore Wilfried Singo fino al 30 giugno 2023, con opzione di un anno per la stagione successiva. (Foto Getty Images) www.torinofc.it

  • GASPERINI: “SARÀ UNA PARTITA IMPEGNATIVA”
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 09:38

    Queste le parole di Mister Gasperini alla vigilia della sfida contro il Liverpool: “Anfield è uno stadio storico, fantastico, bellissimo. Peccato non ci sia il pubblico, sarebbe stato bello avere anche un po’ di nostri tifosi al seguito. Di strada ne abbiamo fatta e ci siamo meritati questa partita sul campo. Sono partite particolarmente impegnative e rischiose, come lo è stata l’andata. Su quel parametro cercheremo di fare meglio. C’è una qualificazione di mezzo, è chiaro che la difficoltà è notevole anche perché il Liverpool sta attraversando un momento di grandissima condizione. Giocare questo tipo di partite è sempre un grande prestigio e tutti daranno il meglio. L’Atalanta fisicamente sta bene, dobbiamo ricominciare a giocare senza interruzioni e recuperare i giocatori migliori.” (Foto Getty Images) www.atalanta.it

  • ANDREA PIRLO AL TERMINE DI JUVENTUS-FERENCVAROS
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 09:17

    La Juve centra la qualificazione agli ottavi di Champions con due turni di anticipo, superando il Ferencváros in pieno recupero. Dopo la rete degli ungheresi firmata da Uzuni e il pareggio di Ronaldo, è Alvaro Morata a decidere il match in pieno recupero. Queste le parole di mister Pirlo al termine dell’incontro: ANDREA PIRLO «Volevamo entrare con un altro atteggiamento, perché siamo stati un po’ superficiali e dopo abbiamo dovuto rincorrere. La prima pressione non era veemente come avremmo voluto, ma l’importante era non sbilanciarsi e subire le ripartenze, ne abbiamo concessa qualcuna nel primo tempo, poi nella ripresa siamo migliorati. Il ritmo però non era alto e non facevamo girare velocemente il pallone. Arthur? Oggi ha cercato di portare troppo palla, mentre avremmo dovuto aprire di più il gioco, ma sta crescendo, anche a livello fisico. Anche Dybala è in crescita, viene da un periodo di inattività ed è normale che abbia bisogno di tempo per trovare la forma migliore. De Ligt? È stato un ritorno importante, ci consente di essere più aggressivi e può dare molto in fase di impostazione. È un capitano già a vent’anni». (Foto Getty Images) www.juventus.com

  • SIMONE INZAGHI: “ORGOGLIOSO DI QUESTO GRUPPO”
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 09:10

    Simone Inzaghi, allenatore biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel dopo la vittoria contro lo Zenit. “Abbiamo fatto un’ottima partita, i ragazzi sono stati bravi meritando la vittoria. Adesso a Dortmund cercheremo di prenderci il punto che manca per la qualificazione. Sappiamo qual è stato il nostro percorso in questi anni: gli ottavi di finale mancano da tanto tempo, per questo vogliamo qualificarci il prima possibile. L’avversario di oggi non era banale, lo Zenit ha calciatori di spessore davanti. Con l’aiuto di tutti, siamo stati bravi a contenerli. Ho un gruppo eccezionale, che mi regala soddisfazioni importanti da quattro anni. Menzione importante poi per i 5 subentrati, che ci hanno aiutato a portare a casa una vittoria importante. Adesso, prima del Borussia, testa all’Udinese, gara da preparare al meglio in questi quattro giorni”. (Foto Getty Images) www.sslazio.it

  • TANTI AUGURI A…
    by Lega Serie A on 25/11/2020 at 08:54

    Compiono gli anni oggi Stanislav Lobotka, centrocampista del Napoli, nato a Trencin (Slovacchia) nel 1994 e Nikola Maksimovic, difensore del Napoli, nato a Bajina Basta (Serbia) nel 1991.

  • LIVERANI: “VOGLIAMO DARE DELLE RISPOSTE”
    by Lega Serie A on 24/11/2020 at 17:29

    Mister Fabio Liverani presenta così la partita di domani contro il Cosenza, valida per il quarto turno della Coppa Italia 2020-2021 in programma domani alle ore 14.30 allo Stadio ”Ennio Tardini”. Si torna subito in campo dopo la partita di domenica e, probabilmente, è un bene “Sicuramente, quando si viene dopo una brutta sconfitta come la nostra, è sempre meglio tornare velocemente a giocare una partita ufficiale. Ben venga la Coppa Italia, ben venga ripartire subito. C’è in palio un passaggio del turno importante e vogliamo fare una gara che ci consenta di raggiungerlo. Faremo una gara giusta”. Che giorni sono stati questi a livello di allenamento e psicologico? Ha parlato con i ragazzi?  “Abbiamo avuto un confronto dopo la partita, è stato un confronto sereno e schietto. Credo che succeda in qualsiasi squadra, sia che si vinca sia che si perda. E’ evidente che i ragazzi sono dispiaciuti, come me, della prestazione fatta a Roma. Sono convinto che per spirito, per voglia e per atteggiamento daremo risposte sul campo”. E’ arrivato nelle ultime ore anche l’appoggio, che non è mai mancato, del Presidente. “Da parte mia non ho mai sentito distanti la Proprietà e il Direttore Sportivo. E’ normale che, nel calcio, dopo una sconfitta, ci sia un po’ di “chiacchiericcio”. Ma questo fa parte del gioco. Io vengo da questo mondo e lo conosco, non mi turba né mi crea dubbi per quello che valuto all’interno. C’è grande coesione, c’è coesione nel progetto, c’è coesione nelle qualità di ognuno di noi in quello che facciamo e dunque andiamo avanti sapendo che non abbiamo fatto un’ottima gara soprattutto per quanto riguarda l’atteggiamento e che, sicuramente, dobbiamo crescere a tutti i livelli. Dobbiamo farlo velocemente giocando le partite che contano”. Una coesione che è totale anche per ciò che riguardano le idee di calcio “Noi abbiamo costruito questa squadra per giocare in un certo modo. Poi, per emergenza, per difficoltà di giocare in una certa maniera, abbiamo deciso di passare ad un altro modulo sicuramente diverso ma questa era l’emergenza. La squadra, nella sua completezza, è costruita per giocare con i 4 dietro e i 3 centrocampisti. Dopo di che davanti – abbiamo sempre detto – che quando siamo al completo, anche a livello fisico, col parco attaccanti si può giocare in varie maniere. E’ normale che dobbiamo portare tutti i calciatori ad una condizione accettabile per poter scegliere o i 3 davanti oppure 2 attaccanti e il trequartista oppure 2 trequartisti e la punta centrale”. Il Cosenza che squadra è? “Attraverso un momento positivo, arriva dal successo col Frosinone. E’ una squadra che non aspetta, che gioca in avanti e può creare delle difficoltà. Ha calciatori veloci, ha giocatori esperti anche per la categoria che disputa. E’ un gruppo importante allenato bene, conosco il loro allenatore da quando faceva il collaboratore del Cosenza. E’ un ragazzo che con il lavoro si è creato questa possibilità ed è preparato. E’ una squadra organizzata che va presa con le molle. Per noi è un banco di prova importante per chi ha giocato di meno, per mettersi in mostra e creare delle difficoltà all’allenatore oltre ad avere continuità di minutaggio, mentre alcuni giocatori, come Kucka e Gervinho che finora hanno avuto più minutaggio, rimarranno a riposo e lavoreranno a Collecchio”. (Foto Getty Images) www.parmacalcio1913.com

  • HELLAS VERONA: LE CONDIZIONI DI NIKOLA KALINIC
    by Lega Serie A on 24/11/2020 at 15:58

    Hellas Verona FC comunica che – dopo gli esami strumentali e le visite specialistiche cui il calciatore si è sottoposto nelle scorse ore – Nikola Kalinić ha riportato nel corso del match di domenica scorsa contro il Sassuolo una lesione di primo grado del muscolo bicipite femorale della coscia sinistra. I tempi di recupero non sono al momento quantificabili e dipendono dalla progressione clinica del calciatore. (Foto Getty Images) www.hellasverona.it

  • ITALIANO: “VOGLIAMO ONORARE LA COMPETIZIONE”
    by Lega Serie A on 24/11/2020 at 15:31

    A 3 giorni di distanza dal prezioso pareggio conquistato contro l’Atalanta, per le Aquile di mister Vincenzo Italiano è di nuovo giorno di vigilia. Appuntamento per domani, ore 17:30, con il 4° turno eliminatorio di Coppa Italia contro il Bologna.     Il tecnico aquilotto descrive così il momento che stanno affrontando i suoi ragazzi: “Domani sarà una partita importante, ci teniamo a fare una bella partita e a superare il turno. Chiunque scenderà in campo dovrà dare il massimo per onorare al meglio la competizione. Cercheremo di dare spazio a chi ha giocato meno, in tanti scenderanno in campo, altri riposeranno, perché siamo tanti ed è giusto che tutti vengano inseriti nel progetto, di cui fa parte anche la Coppa Italia. I ragazzi stanno bene, sono tornati in gruppo anche Sala, Mastinu e Acampora, i porblemi sono alle spalle anche se la condizione andrà migliorata. Sono giocatori con qualità importanti e si aggiungono ad un gruppo che sta pian piano crescendo sempre più di condizione. Più siamo e più imprevedibilità abbiamo”. (Foto Getty Images) www.acspezia.com

  • PRANDELLI: “AFFRONTARE LE NOSTRE PAURE, IN CAMPO CHI HA LA GIUSTA CONDIZIONE FISICA”
    by Lega Serie A on 24/11/2020 at 15:15

    La conferenza stampa del tecnico viola Cesare Prandelli alla vigilia del quarto turno della Coppa Italia 2020/21 tra Udinese e Fiorentina:  MENTALITA’ – “I dati dell’altro giorno sono stati ‘imbarazzanti’. Dobbiamo mettere in campo tutta la nostra rabbia agonistica e la nostra energia. Dobbiamo affrontare le nostre paure e in campo andrà chi ha la giusta condizione psico – fisica. Il Benevento ha vinto i duelli sulle seconde palle ed è mancata una reazione veemente. Puoi prendere goal sempre in Serie A ma ci deve sempre essere una reazione”. ATTACCANTI – “Vlahovic ha corso con intensità. L’unico in campo che ha superato certi numeri e parametri”. COPPA ITALIA  “Quelli che stanno bene vengono e proviamo a fare la partita per passare il turno di Coppa Italia. Domani ci teniamo molto, sarà una partita importante”. COMMISSO – “Il Presidente ci chiede grinta e cattiveria. Senza intensità e voglia di riconquistare la palla non si va da nessuna parte”. REAZIONE  – “Meglio giocare subito. Voglio capire se questa squadra ha la mentalità per superare le pressioni. C’è solo un modo per affrontare la paura: affrontandola. Viso aperto e forse la partita di domani può essere d’aiuto”. CACERES – “Nella sua carriera ha fatto tutti i ruoli della difesa. E’ un giocatore di spessore e di esperienza”. QUALITA’ – “Abbiamo delle qualità come singoli giocatori, ma non abbiamo le qualità di squadra. Non possiamo pensare di ambire al quarto posto con una squadra in costruzione. La priorità è quella di formare un gruppo che diventa squadra. In questo periodo di lockdown ci sono anche i problemi del quotidiano. Il tifoso fiorentino ti sta vicino e ti critica it ferma per strada, purtroppo ora non lo possiamo vivere e allora provo a raccontarlo e a spiegarlo”. ASSENTI – “Non partono per Udine quattro giocatori Ribery, Bonaventura, Venuti e Callejon che però spero di recuperare per la gara di San Siro”. (Foto Getty Images) www.acffiorentina.com

  • CONTE: “SE VOGLIAMO, POSSIAMO: LO ABBIAMO DIMOSTRATO GIÀ ALL’ANDATA”
    by Lega Serie A on 24/11/2020 at 14:59

    Vigilia di Champions League, con l’Inter che attende il Real Madrid nella quarta giornata del Gruppo B: appuntamento a San Siro, mercoledì alle 21. Antonio Conte, dal Centro Sportivo Suning, ha risposto alle domande dei giornalisti collegati nella conferenza pre-partita. Zidane all’andata diceva che a Madrid la partita valeva quanto una finale, ora questo incontro sembra una finale anche per voi. Cosa rappresenta questo match? “Per noi rappresenta una finale, dopo la sconfitta dell’andata e dopo i due pareggi iniziali non abbiamo tante vie di scampo. Ci aspetta un match molto difficile, tutti conosciamo che tipo di squadra è il Real Madrid, la storia recente di questo club in Champions League. Serve una grande partita, c’è un risultato importante da raggiungere. Sappiamo anche che se vogliamo, possiamo. Lo abbiamo dimostrato all’andata: migliorando alcuni aspetti e situazioni, abbiamo fatto vedere che ce la possiamo giocare. Con umiltà e concentrazione possiamo vincere la partita”. Perché l’Inter non riesce a fare il salto di qualità? C’è un problema di mentalità o manca qualche tassello nella rosa? “Il salto di qualità noi lo dobbiamo fare, sicuramente. Ci si aspetta tantissimo da noi. Al tempo stesso, questo salto non lo abbiamo ancora fatto. Le chiacchiere stanno a zero, restano i fatti. Tutti devono assumersi le responsabilità: io, i giocatori, tutti i componenti del club. Se non lo abbiamo ancora fatto significa che dobbiamo rivedere qualcosa, tutti”. Nella passata stagione l’Inter iniziava le partite alla grande, tanti gol in avvio di match. Quest’anno sta succedendo il contrario, con l’Inter che si attiva più tardi. Cosa è cambiato? “Questo è vero, partivamo con il piglio giusto e la giusta cattiveria. Come ha detto anche Handanovic, molte squadre contro di noi si presentano con un atteggiamento chiuso e abbottonato, quindi è più difficile trovare la via del gol, serve pazienza. Se infatti osservate i dati, il nostro possesso palla è aumentato di molto, ci sono meno spazi ma bisogna comunque trovare le verticalizzazioni. Stiamo concedendo qualcosa di troppo, però come ho detto, se vogliamo essere competitivi dobbiamo alzare tutto, dall’attenzione alla concentrazione, alla cattiveria agonistica, dalla fame alla voglia”. Il Real Madrid ha molte assenze… “Non penso che il Real possa recriminare, hanno una rosa completa con tantissimi giocatori da grande squadra, sono tutti bravi. Mi fa sorridere questo fatto che la stampa spagnola parli delle assenze”. Spesso sull’Inter piovono diverse critiche, anche quando si vincono le partite. Vi dà fastidio? “Questo sicuramente è un dato di fatto, si cerca sempre di negativizzare il tutto. Sapevamo che sarebbe stato così, io stesso me ne sono accorto l’anno scorso, alla mia prima stagione da allenatore dell’Inter. Quando giochi in squadre con questo blasone, o è tutto bello o è tutto brutto. Questo ci deve dare ancora più forza, bisogna capire che l’unico modo per non andare incontro alle critiche è rispondere sul campo. Uniti e compatti facciamo fronte a tutto”. Alexis Sanchez può agire da trequartista? Vede possibile lo schieramento del cileno dietro a due punte? “Potrebbe essere una soluzione più a partita in corso o se giochi contro squadre di livello inferiore rispetto all’Inter. Già siamo una squadra abbastanza offensiva, con esterni che sono più delle ali. Abbiamo centrocampisti con caratteristiche offensive, penso che tre attaccanti sarebbero difficili da sopportare. Durante la partita però si possono creare situazioni per rischiare qualcosa di più, con due centrocampisti più di sostanza. La vedo come una situazione da partita in corso”. Qual è la cosa più importante che l’Inter deve fare contro il Real Madrid? “La cosa più importante da fare è vincere la partita, non ci sono altre vie. Mancano tre incontri, dobbiamo fare almeno 7 punti. Questa è una partita che deve alimentare le nostre speranze di andare avanti. Credo sia il girone più difficile della Champions League, ma abbiamo dimostrato di meritare più punti di quelli che abbiamo. Allo stesso tempo dobbiamo guardarci dentro per capire perché quei risultati non sono arrivati e fare meglio”. (Foto Getty Images) www.inter.it

  • COPPA ITALIA – SORTEGGIO OTTAVI E QUARTI DI FINALE
    by Lega Serie A on 24/11/2020 at 14:05

    È disponibile, nella sezione “Comunicati” del sito, il Comunicato Stampa n. 30, relativo ai sorteggi per stabilire l’ordine di svolgimento delle gare degli  Ottavi di Finale della Coppa Italia 2020/2021 tra due Società di Serie A TIM e, laddove si rendesse necessario, dei Quarti di Finale tra due Società di Serie A TIM. Clicca QUI per il tabellone completo della competizione.

  • LE STATISTICHE DELL’8ª GIORNATA
    by Lega Serie A on 24/11/2020 at 11:46

    Netco Sports, partner della Lega Serie A per i dati ufficiali del Campionato, ha reso note le statistiche relative all’8ª​ Giornata di Andata della Serie A TIM 2020/2021. La formazione che ha percorso più chilometri nell’ultimo turno di Serie A TIM è stata la Lazio (117.537Km), seguita dal suo avversario di giornata, il Crotone (116.075Km) e dal Cagliari (115.178). I sardi hanno potuto contare su Marko Rog, che con 13.054Km percorsi è il calciatore che ha corso di più. La Roma conferma il suo ottimo stato di forma risultando primatista sia nella classifica dei passaggi chiave (6), che in quella delle occasioni da gol (11 per i giallorossi, seguiti a 8 da Juventus e Lazio). Le squadre che sono arrivate più volte al tiro sono state la Juventus e il Napoli, entrambe con 19 conclusioni totali, seguite dall’Hellas Verona (17) e dalla Roma (15). La Juventus risulta anche la formazione ad aver completato il maggior numero di passaggi (682) grazie anche all’apporto dei primi tre calciatori nella classifica dei passaggi riusciti: Arthur (96), Juan Cuadrado (86) e Merih Demiral (85). Il portiere che ha effettuato più parate è stato Cordaz del Crotone, che ha respinto 7 conclusioni verso la sua porta. Al secondo posto Reina della Lazio e Donnarumma del Milan a quota 6. Il calciatore autore di più recuperi è stato invece Cristian Romero (23), seguito da Tomiyasu (17) e il terzetto composto da Magallan, Chiriches e Radu (16). Il calciatore che ha raggiunto la velocità maggiore nell’ultima giornata di campionato è stato Frank Kessie (34.64Km/h). Al secondo e al terzo posto i laziali Stefan Radu (34.19Km/h) e Adam Marusic (33.64Km/h). Gaetano Castrovilli e Wilfried Singo sono stati i calciatori ad aver subito più falli (6), seguiti da Gyasi, Zaccagni e Ilicic (5). Grazie alle 4 reti siglate contro il Torino, l’Inter raggiunge il Sassuolo come miglior attacco del campionato, entrambe a quota 20 gol. La miglior difesa è quella della Juventus, con 6 reti subite in 8 giornate, seguita da Hellas Verona (7) e Milan (8). (Foto Getty Images)